Infrastruttura IT e tecnologie per l’Industria 4.0

https://web.ingest.it/wp-content/uploads/2021/06/infr-it-4.0-gione.jpg
PMI ed infrastrutturaIT 4.0 

Nell’era 4.0, le imprese avranno sempre più bisogno di solidità, sicurezza, interconnessione e continuità: cosa potrebbe accadere in caso di guasto hardware, un attacco hacker o un virus nel sistema informativo aziendale, senza un’infrastruttura IT adeguata

In genere, l’azienda che si trova a introdurre le tecnologie 4.0 ha un’infrastruttura IT già operativa che, benché ancora “performante”, potrebbe presentare punti deboli e di vulnerabilità che comprometterebbero la sicurezza e la continuità di funzionamento di strumenti e servizi di cui usufruisce l’azienda.

Adeguare quindi l’infrastruttura IT, in base alle esigenze richieste dall’Industria 4.0, consiste nell’aggiungere connessioni, tecnologie e protocolli necessari in ambiente OT (Operation Technology), in linea con le specifiche esigenze aziendali.

Temi come azienda “smart”, interconnessione, realtà aumentata, intelligenza artificiale, big data e virtualizzazione coinvolgono ormai anche le PMI, che già da tempo hanno evoluto la propria produzione in ottica 4.0 e sempre più esigono sistemi “completi e complessi” che possano connettere alla Rete più dispositivi dotati di “intelligenza”, tali da poter scambiare quante più informazioni possibili.

 

Quali sono i requisiti di una solida infrastrutturaIT nell’era 4.0?

L’interconnessione e il flusso informativo costante tra macchine e sistema gestionale richiedono un continuo interfacciamento tra la varie parti. C’è, quindi, in termini di prestazione sempre più bisogno di connettività, ottimale latenza dell’infrastruttura di rete (il tempo che intercorre fra l’emissione di un segnale dall’impianto e l’arrivo del segnale stesso al computer centrale), velocità di trasmissione della rete e larghezza di banda (ovvero il volume di dati da trasmettere in un dato periodo di tempo).

A questo si aggiunge poi la necessità di un programma di Disaster Recovery per evitare perdita dei dati. 

Un’infrastruttura solida richiede anche affidabilità, capacità di calcolo e archiviazione immediatamente disponibili e senza soluzione di continuità, indispensabili non solo per il “cloud computing” ma anche per il “grid computing”, che permette la condivisione coordinata di risorse all’interno di un’organizzazione virtuale

Altri parametri di cui tener conto: l’interoperabilità (la possibilità di connettere fra loro vari tipi di dispositivi), la scalabilità (la capacità della rete di crescere per numero di nodi collegati), il consumo dei dispositivi di rete durante la trasmissione dei dati e soprattutto la sicurezza dell’infrastruttura di rete che prevede l’utilizzo di protocolli con alti standard, assicurando continuità operativa e massima protezione.

 

Produzione 4.0: gli strumenti necessari per la forza lavoro

Molte sono le soluzioni che possono essere implementate in ambito 4.0, ma vogliamo porre, in quest’occasione, l’attenzione anche sugli strumenti che, integrandosi alla più ampia infrastrutturaIT dell’azienda, facilitano il lavoro degli operatori e gli automatismi in produzione, tali da dare una spinta alla produttività e rendere i processi snelli e agili e quindi…realmente “smart”.

Alcuni di questi sono sicuramente quelli che possono aiutare le aziende manifatturiere fornendo una visibilità in tempo reale di merci, risorse, persone e transazioni, permettendo così di monitorare ed ottimizzare ogni processo.

Gli strumenti in questione, come quelli forniti dai nostri partner ZEBRA ed Honeywell, sono fondamentali per la tracciabilità (le funzionalità mobili e IoT forniscono dati operativi e fruibili sulla posizione e le condizioni delle risorse), per il controllo qualità (sensori, lettori e tecnologia di scansione, attraverso dei palmari, permettono di identificare ed isolare più rapidamente problemi e inefficienze), per la gestione delle risorse e delle strutture (per l’identificazione immediata dei problemi sulla linea di produzione, con dispositivi di  avviso ed allarme), per l’ottimizzazione della manutenzione (gli strumenti sono volti ad evitare tempi morti che pregiudichino l’operatività aziendale) e per la connessione tra gli strumenti (come per es. stampanti e scanner collegati direttamente alla rete ethernet industriale).

Lascia che GI.ONE, divisione sistemistica di INGEST, ti aiuti ad orientarti sulle soluzioni più adatte alle tue esigenze 4.0, in termini sia di infrastrutturaIT che strumenti per migliorare l’operatività della tua forza lavoro con Zebra e Honeywell.

CONTATTACI QUI PER UNA CONSULENZA
oppure scrivici qui in CHAT,
cliccando sul simbolo    in basso a destra   

News

infrastrutturaIT 4.0: requisiti, soluzioni e strumenti per produzione e forza lavoro

Infrastruttura IT e tecnologie per l’Industria 4.0

Adeguare l’infrastruttura IT nelle PMI, in linea con le esigenze dettate dall’Industria 4.0, in termini di connessioni, tecnologie e protocolli necessari in ambiente OT (Operation Technology).
Requisiti di rete, soluzioni per potenziare la produttività e gli strumenti necessari per la forza lavoro

Leggi tutto

Pirati informatici: perché la sicurezza è importante?

CON LA DIFFUSIONE DELL’INDUSTRIA 4.0 IL COMPITO DEI PIRATI INFORMATICI È DIVENTATO SEMPRE PIÙ FACILE:

SONO TROPPI I PUNTI DEBOLI SENZA UN CORRETTO SISTEMA CHE GARANTISCA LA SICUREZZA INFORMATICA.


Leggi tutto
INGEST, alle origini di NAV-lab. Articolo BLOG NAV-lab

INGEST e la “macchina” dell’innovazione.
NAV-lab parla di noi

Un articolo che celebra il sodalizio di INGEST con il gruppo NAV-lab, di cui è socio fondatore, e il "curriculum" ultra quarantennale fatto di esperienza ed expertise nei progetti d'innovazione, soprattutto in ambito manufacturing e 4.0, nelle PMI

Leggi tutto