Piano Transizione 4.0 e
“digital transformation”:
agevolazioni e novità 2021

https://web.ingest.it/wp-content/uploads/2021/01/transizione-4.0-news-800x550-1.jpg

Al via il nuovo Piano Transizione 4.0, inserito nella Legge di Bilancio 2021, finalizzato a sostenere la ripresa economica e a dare stabilità alle imprese, accompagnandole nel processo di transizione tecnologica e di sostenibilità ambientale.

Dal 1° Gennaio, vengono confermate alcune misure del precedente Piano Industria 4.0, con una serie di modifiche nel quadro degli incentivi fiscali a disposizione delle imprese: maggiori vantaggi per usufruire dei contributi per l’acquisto di macchinari e software – beni strumentali 4.0 e non – nonché per le attività di ricerca e innovazione in azienda e la formazione 4.0 dei dipendenti.

Aumentano le aliquote delle agevolazioni (erogate come “credito di imposta”) e i tetti di spesa, ma vengono ridotti i tempi di utilizzo del credito, oltre che novità fiscali come la rivalutazione dei beni di impresa.

Nel Piano Nazionale Transizione 4.0 è quindi confermata la validità di importanti misure a supporto delle imprese, fino a giugno 2023. 

 

GLI INVESTIMENTI OGGETTO DI AGEVOLAZIONE

Per l’acquisto di BENI STRUMENTALI nuovi, destinati a strutture produttive:
potranno godere di un credito d’imposta i soggetti beneficiari contemplati nel precedente Piano Industria 4.0: l’intensità dell’agevolazione varia, però, a seconda della tipologia di beni e dell’anno in cui viene sostenuto l’investimento.  

Per l’acquisto di BENI STRUMENTALI NON 4.0 (ex superammortamento) e BENI STRUMENTALI 4.0 (Allegati A e B dell’ex iperammortamento) nell’anno di competenza 2021, ecco la tabella delle agevolazioni:

👉 CLICCA QUI per ingrandire l’immagine

 

Per l’acquisto di BENI STRUMENTALI NON 4.0 (ex superammortamento) e BENI STRUMENTALI 4.0 (Allegati A e B dell’ex iperammortamento) nell’anno di competenza 2022, ecco la tabella delle agevolazioni:

👉 CLICCA QUI per ingrandire l’immagine

Da un punto di vista di “software”, in particolare, sono quindi degni di attenzione i beni immateriali non 4.0 (il credito d’imposta è associato infatti anche agli investimenti per dispositivi tecnologici finalizzati all’implementazione di forme di lavoro agile – SmartWorking) e i beni immateriali 4.0 (Software 4.0)

Riguardo a quest’ultima categoria, nei beni immateriali ammessi alla nuova misura (Allegato B della legge di bilancio 2017 – L. 232/2016) rientrano quindi, tra gli altri, software, sistemi, piattaforme e applicazioni per:

* la gestione e il coordinamento della produzione (sistemi SCADA, sistemi MES, sistemi CMMS);
* la prototipazione simultanea e/o l’archiviazione digitale e integrata nel sistema informativo aziendale delle informazioni relative al ciclo di vita del prodotto (sistemi PLM, digital twin, Big Data Analytics);
* la progettazione e la riprogettazione dei flussi produttivi;
* il monitoraggio e controllo di produzione;
* la gestione della qualità e i relativi processi;
* la cybersecurity.

Una specifica voce dell’allegato è dedicata a software, sistemi, piattaforme e applicazioni in grado di comunicare dati e informazioni sia tra loro che con l’ambiente e gli attori circostanti grazie a una rete di sensori interconnessi IoT (Industrial Internet of Things).

 

ULTERIORI MISURE

Investimenti in Ricerca & Sviluppo, Innovazione, Design e Green:
per gli investimenti in ricerca e sviluppo, il credito d’imposta riconosciuto passa dal 12% al 20%, con massimale da 3 milioni a  4 milioni di euro; per gli investimenti in innovazione tecnologica,  design e ideazione estetica, il credito d’imposta riconosciuto è del 10% con massimale di 2 milioni di euro; per gli investimenti in innovazione tecnologica finalizzati alla realizzazione di prodotti o processi di produzione nuovi allo scopo di ottenere una transizione ecologica (Green) e digitale, il credito d’imposta riconosciuto è del 15% con massimale di 2 milioni di euro.

Credito d’imposta Formazione 4.0:
si consente all’impresa di utilizzare il nuovo Credito d’imposta Formazione 4.0 per le spese sostenute in formazione dei dipendenti e degli imprenditori nell’ambito del biennio interessato dalle nuove misure (2021 e 2022). 

 

👉  Sei in fase di trasformazione digitale delle tua azienda
e hai bisogno di una consulenza in ambito 4.0?

Contattaci CLICCANDO QUI

oppure scrivici qui in CHAT, cliccando sul simbolo    in basso a destra   

News

INGEST a FUSA EXPO BRESCIA 2021

INGEST a FUSA EXPO 2021 – BRESCIA

Vieni a trovarci nell'area TECNOLOGIA: ti offriremo una panoramica su servizi e soluzioni per le PMI.

Scoprirai come potenziare il tuo business e la produttività nella tua azienda, anche in ambito 4.0!

Vuoi partecipare? Contattaci!

Leggi tutto
CERTIFICAZIONE QUALITA' INGEST

In INGEST la qualità…è certificata!

Ancora un traguardo raggiunto per INGEST che per il 25mo anno ottiene la certificazione per la Qualità UNI EN ISO 9001: 2015.

La certificazione non è solo un riconoscimento, ma anche la base di una modalità gestionale ed operativa di lavoro ben consolidata nella nostra realtà aziendale.

Leggi tutto
infrastrutturaIT 4.0: requisiti, soluzioni e strumenti per produzione e forza lavoro

Infrastruttura IT e tecnologie per l’Industria 4.0

Adeguare l’infrastruttura IT nelle PMI, in linea con le esigenze dettate dall’Industria 4.0, in termini di connessioni, tecnologie e protocolli necessari in ambiente OT (Operation Technology).
Requisiti di rete, soluzioni per potenziare la produttività e gli strumenti necessari per la forza lavoro

Leggi tutto