Piano Transizione 4.0 e
“digital transformation”:
agevolazioni e novità 2021

https://web.ingest.it/wp-content/uploads/2021/01/transizione-4.0-news-800x550-1.jpg

Al via il nuovo Piano Transizione 4.0, inserito nella Legge di Bilancio 2021, finalizzato a sostenere la ripresa economica e a dare stabilità alle imprese, accompagnandole nel processo di transizione tecnologica e di sostenibilità ambientale.

Dal 1° Gennaio, vengono confermate alcune misure del precedente Piano Industria 4.0, con una serie di modifiche nel quadro degli incentivi fiscali a disposizione delle imprese: maggiori vantaggi per usufruire dei contributi per l’acquisto di macchinari e software – beni strumentali 4.0 e non – nonché per le attività di ricerca e innovazione in azienda e la formazione 4.0 dei dipendenti.

Aumentano le aliquote delle agevolazioni (erogate come “credito di imposta”) e i tetti di spesa, ma vengono ridotti i tempi di utilizzo del credito, oltre che novità fiscali come la rivalutazione dei beni di impresa.

Nel Piano Nazionale Transizione 4.0 è quindi confermata la validità di importanti misure a supporto delle imprese, fino a giugno 2023. 

 

GLI INVESTIMENTI OGGETTO DI AGEVOLAZIONE

Per l’acquisto di BENI STRUMENTALI nuovi, destinati a strutture produttive:
potranno godere di un credito d’imposta i soggetti beneficiari contemplati nel precedente Piano Industria 4.0: l’intensità dell’agevolazione varia, però, a seconda della tipologia di beni e dell’anno in cui viene sostenuto l’investimento.  

Per l’acquisto di BENI STRUMENTALI NON 4.0 (ex superammortamento) e BENI STRUMENTALI 4.0 (Allegati A e B dell’ex iperammortamento) nell’anno di competenza 2021, ecco la tabella delle agevolazioni:

👉 CLICCA QUI per ingrandire l’immagine

 

Per l’acquisto di BENI STRUMENTALI NON 4.0 (ex superammortamento) e BENI STRUMENTALI 4.0 (Allegati A e B dell’ex iperammortamento) nell’anno di competenza 2022, ecco la tabella delle agevolazioni:

👉 CLICCA QUI per ingrandire l’immagine

Da un punto di vista di “software”, in particolare, sono quindi degni di attenzione i beni immateriali non 4.0 (il credito d’imposta è associato infatti anche agli investimenti per dispositivi tecnologici finalizzati all’implementazione di forme di lavoro agile – SmartWorking) e i beni immateriali 4.0 (Software 4.0)

Riguardo a quest’ultima categoria, nei beni immateriali ammessi alla nuova misura (Allegato B della legge di bilancio 2017 – L. 232/2016) rientrano quindi, tra gli altri, software, sistemi, piattaforme e applicazioni per:

* la gestione e il coordinamento della produzione (sistemi SCADA, sistemi MES, sistemi CMMS);
* la prototipazione simultanea e/o l’archiviazione digitale e integrata nel sistema informativo aziendale delle informazioni relative al ciclo di vita del prodotto (sistemi PLM, digital twin, Big Data Analytics);
* la progettazione e la riprogettazione dei flussi produttivi;
* il monitoraggio e controllo di produzione;
* la gestione della qualità e i relativi processi;
* la cybersecurity.

Una specifica voce dell’allegato è dedicata a software, sistemi, piattaforme e applicazioni in grado di comunicare dati e informazioni sia tra loro che con l’ambiente e gli attori circostanti grazie a una rete di sensori interconnessi IoT (Industrial Internet of Things).

 

ULTERIORI MISURE

Investimenti in Ricerca & Sviluppo, Innovazione, Design e Green:
per gli investimenti in ricerca e sviluppo, il credito d’imposta riconosciuto passa dal 12% al 20%, con massimale da 3 milioni a  4 milioni di euro; per gli investimenti in innovazione tecnologica,  design e ideazione estetica, il credito d’imposta riconosciuto è del 10% con massimale di 2 milioni di euro; per gli investimenti in innovazione tecnologica finalizzati alla realizzazione di prodotti o processi di produzione nuovi allo scopo di ottenere una transizione ecologica (Green) e digitale, il credito d’imposta riconosciuto è del 15% con massimale di 2 milioni di euro.

Credito d’imposta Formazione 4.0:
si consente all’impresa di utilizzare il nuovo Credito d’imposta Formazione 4.0 per le spese sostenute in formazione dei dipendenti e degli imprenditori nell’ambito del biennio interessato dalle nuove misure (2021 e 2022). 

 

👉  Sei in fase di trasformazione digitale delle tua azienda
e hai bisogno di una consulenza in ambito 4.0?

Contattaci CLICCANDO QUI

oppure scrivici qui in CHAT, cliccando sul simbolo    in basso a destra   

News

transizione 4.0 incentivi 2021

Piano Transizione 4.0 e
“digital transformation”:
agevolazioni e novità 2021

Le novità in ambito Industria 4.0: vantaggi, tempistiche ed incentivi fiscali previsti per l’acquisto di macchinari e software (beni strumentali 4.0 e non), innovazione e formazione 4.0

Leggi tutto
infrastruttura cloud azure

Infrastruttura IT in CLOUD: la nuova sfida per le aziende



L'evoluzione tecnologica coinvolge le aziende con una nuova sfida: il CLOUD computing.
Cos'è, come viene erogato e quali sono i vantaggi?

Leggi tutto
Tempo Zero per Microsoft Business Central per la trasformazione digitale delle PMI

Il cloud in azienda: i vantaggi di una piattaforma ERP completa, per la trasformazione digitale delle PMI

Migrare in Cloud con “Tempo Zero” per Microsoft Dynamics365 Business Central ERP. I vantaggi di una soluzione completa

Leggi tutto